Semalt definisce le tecniche di Black Hat che cadono nella tua campagna SEO

Alcuni proprietari di siti Web e consulenti di marketing considerano il black hat SEO come un ricordo del passato, mentre non lo è. Guadagnare traffico reale ed essere ai primi posti negli algoritmi di Google è un risultato che ogni operatore di marketing online vorrebbe ottenere. Tuttavia, alcuni proprietari di siti Web tendono a utilizzare tecniche losche per migliorare la visibilità delle loro attività e ottenere posizioni elevate.

Quando si tratta della sanzione di Google, l'ignoranza non viene presa in considerazione. Ottenere la tua parola chiave di conversione in alto negli algoritmi utilizzando tecniche subdole può metterti nei guai con Google.

Ivan Konovalov, un grande professionista di Semalt , mette in guardia su alcune delle tecniche e degli strumenti del cappello nero utilizzati dai proprietari di siti Web e dagli esperti di marketing con la speranza di migliorare la visibilità delle loro attività e guadagnare traffico reale.

Link per l'acquisto

Sai che la vendita e l'acquisto di link che superano il Pagerank stanno eseguendo blackhat SEO? Dopo aver venduto un collegamento a un editore, è consigliabile consigliare all'amministratore la massima importanza di includere i collegamenti sul proprio sito Web. In caso contrario, si può compromettere la relazione con Google e essere penalizzati a causa dell'ignoranza che può essere evitata a lungo termine.

Frasi chiave e riempimento di parole chiave

Sovrastampare le parole chiave nel testo dell'immagine alternativa è una delle tecniche del cappello nero ampiamente utilizzate dai professionisti del marketing. Riporre la frase chiave nel testo potrebbe non comportare penalizzazioni, ma influirà negativamente sul coinvolgimento con i visitatori.

Creazione di contenuti mirati a frasi chiave specifiche

In passato, la creazione di contenuti ricchi di parole chiave poteva farti classificare molto negli algoritmi. L'aspetto è cambiato con i giorni come al giorno d'oggi, creando contenuti che spiegano molto bene un tema o un argomento può posizionarsi in alto rispetto ai contenuti con una buona densità di parole chiave.

Ottenere collegamenti a siti di bassa qualità

Il blog degli ospiti svolge un ruolo significativo quando si tratta di migliorare la visibilità di un marchio. Tuttavia, i blog su siti Web di bassa qualità con l'obiettivo di ottenere collegamenti sono errati e possono compromettere le tue classifiche.

Vendita di link pubblicitari

Lo schema di collegamento è una tecnica black hat che prevede la vendita di un collegamento testuale a un editore. I marketer di contenuti lo definiscono pubblicità, ma Google lo definisce una tecnica black hat. In parole semplici, lo schema dei collegamenti prevede l'acquisto di spazi pubblicitari e quindi l'aggiunta di un collegamento a un contenuto generato.

Accettare link in cambio di prodotti gratuiti

I proprietari di siti Web hanno inviato prodotti gratuiti ai clienti in cambio di un link per la revisione dei prodotti. Questo scenario è considerato una tecnica black hat da parte di Google. Per evitare di eseguire questa tecnica black hat e di essere penalizzato da Google, considera l'aggiunta dello script "rel =" no follow "al link per la recensione del prodotto.

Utilizzo di collegamenti interni e collegamenti in entrata ottimizzati

L'ottimizzazione eccessiva dei collegamenti interni può causare seri problemi. I link interni hanno lo scopo di diffondere il tuo link in tutto il tuo sito web. Per attirare l'attenzione del tuo pubblico e fargli fare clic sul tuo sito, usa un linguaggio naturale e interattivo piuttosto che concentrarti sull'ottimizzazione eccessiva della parola chiave di conversione.

Utilizzo di frasi chiave non pertinenti per il posizionamento più elevato negli algoritmi

Quando si tratta di content marketing , la creazione di contenuti originali e freschi è della massima importanza. L'aggiunta di parole chiave non pertinenti nei contenuti appena generati può causare seri problemi. Google ha un modo per identificare l'argomento esatto dei contenuti utilizzando lo strumento di indicizzazione semantica latente.

Filatura dell'articolo

L'uso di tecniche manuali o automatiche per girare articoli esistenti è considerato SEO black hat. Se vieni catturato con articoli filati, finisci per pagare una penalità per la duplicazione dei contenuti. Evita questa tecnica del cappello nero pagando per contenuti originali e freschi.

Uso di pagine esca e attivazione di pagine di basso rango

I proprietari di siti Web hanno un metodo per ottenere una pagina classificata dagli algoritmi e quindi attivare la pagina con pagine di basso livello. Potresti finire per essere temporaneamente in classifica, ma Google riuscirà a capire la tua tecnica a lungo termine. Guadagna traffico reale pubblicando contenuti perspicaci e interattivi sulla tua pagina.

Le tecniche del cappello nero sono comunemente utilizzate dai proprietari di siti Web e dagli esperti di marketing per migliorare la visibilità delle loro attività utilizzando i risultati non pagati. L'uso delle tecniche del cappello nero può uccidere completamente l'ottimizzazione del tuo motore di ricerca rendendolo non sostenibile. Invece di classificarti in alto utilizzando tecniche black hat come scambi di link e riempimento di meta descrizioni, considera la pratica del SEO white hat coinvolgendo i tuoi clienti e guadagnandoti la loro fiducia.

mass gmail